Archivi Blog

PIAZZA GRANDE di Nicola Signorile | 29_03_2017

Poliba Elements | schizzo di L. Netti

Studenti universitari all’ultima difesa dello spazio pubblico _ Il Poliba center e la Casa Fraccacreta

Lo student center del Politecnico rimane aperto fino a mezzanotte. L’annuncio ha elettrizzato il popolo dei social network e diviso le tribù giovanili. Molti temono un rapido «consumo» dello spazio finalmente conquistato in un ateneo che non offre altri spazi per lo studio individuale, in cui addirittura le aule sono chiuse a chiave, tra una lezione e la successiva. Il Poliba Student Center è utilizzato anche dagli studenti «cugini», quelli dei dipartimenti scientifici dell’Università che condivide il campus con Ingegneria e Architettura. C’è chi ipotizza già l’introduzione di badge e tornelli, cavalcando una deriva securitaria che ha contagiato tutto il mondo universitario italiano: basti pensare ai recenti fatti di Bologna, con la contestata chiusura agli «estranei» della biblioteca di Lettere. E l’università di Bari non ha certo rinunciato all’intenzione di ottenere la chiusura di piazza Cesare Battisti con i cancelli.
continua a leggere

Annunci

Presentazione del libro “Movimenti artistico-culturali in terra di Bari. 1950-2000”

Locandina dell'evento

Venerdì 4 Maggio 2012, alle ore 18.00 nella Sala delle Lauree “V. Starace” della Facoltà di Scienze Politiche dell’Università di Bari (Piazza Cesare Battisti 1, II piano) sarà presentato il volume Movimenti artistico – culturali in terra di Bari. 1950-2000 (Edizioni dal Sud) a cura di Saverio Monno con prefazione di Giandomenico Amendola.

Interverranno: prof. Nicola Costantino (Rettore del Politecnico di Bari), prof. Ennio Triggiani (Preside della Facoltà di Scienze Politiche dell’Università di Bari), prof. Pasquale Bellini (Direttore dell’Accademia di Belle Arti di Bari), prof. Franco Chiarello (docente di sociologia presso l’Università di Bari), prof. Geppi De Liso (graphic designer), prof. Lorenzo Netti (docente di disegno e composizione architettonica presso il Politecnico di Bari). Coordina il prof. Saverio Monno, curatore del volume, docente Università IULM di Milano.

Il volume, frutto di una ricerca sul campo condotta dagli autori (essi stessi protagonisti) contiene brevi saggi sugli eventi più rilevanti accaduti a Bari nell’ultimo cinquantennio del XX secolo e brevi biografie di artisti, architetti, grafici e pubblicitari, designer e fotografi (circa 250 nomi): come recita il sottotitolo un repertorio e non certo una enciclopedia.

Il volume non ha carattere di esaustività ma è un invito (quasi una provocazione) a riflettere sulla produzione culturale barese in un periodo che ha visto fermenti e movimenti e persone/personaggi che hanno costituito l’humus culturale della città. 

 
 
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: