PIAZZA GRANDE di Nicola Signorile | 30_04_2014

Il Poliba Student Center
Il Poliba Student Center

Fra legno e vetro un monumento alla città densa _ Il Poliba Studen Center progettato da Netti

Ha un nuovo, monumentale ingresso il Politecnico di Bari, grazie al Poliba Student Center che si è inaugurato ieri mattina.
La leggerezza della superficie di legno e vetro e il minimalismo delle forme dovrebbero suggerire tutt’altra idea, ma è «monumentale» la nuova costruzione perché comunica i compiti attribuiti oggi all’architettura e all’ingegneria, cioè i due saperi in cui si incarna il Politecnico. È quasi un manifesto, una dichiarazione degli obiettivi urgenti del progettare la trasformazione della città contemporanea e che si possono riassumere nei concetti di densificazione, riuso, partecipazione.

continua a leggere

PIAZZA GRANDE di Nicola Signorile | 15_01_2014

Ambiente Italia Rapporto sul consumo di suolo in Italia
Ambiente Italia: Rapporto sul consumo di suolo in Italia

La compravendita della città ignora il «consumo zero» _ Il suolo nel nuovo piano urbanistico

Oggi si parla di traffico, ieri si è parlato di agricoltura, domani di lavoro e impresa. Sono i temi del trittico di incontri, organizzati dal Comune, con cui i progettisti del nuovo piano regolatore (il Pug) illustrano il lavoro che stanno facendo e i principi cui si ispirano.

continua a leggere

PIAZZA GRANDE di Nicola Signorile | 04_12_2013

thumb_censimento
Il logo della campagna permanente “Censiamo il cemento”, lanciata dal Forum Salviamo il paesaggio, autore del documento congiunto Fillea-Cgil-Salviamo il paesaggio sul tema del contenimento del consumo del suolo

Zero-consumo. La svolta dei muratori _ La Cgil turba i sogni del Pug

Il sindacato degli edili della Cgil ha scelto il “consumo zero”. Un passo storico, proprio mentre l’industria dell’edilizia vive la sua crisi più grave dell’ultimo mezzo secolo. L’organizzazione dei muratori e dei carpentieri avrebbe potuto approfittare della nuova ondata della bioedilizia e della sostenibilità energetica per accomodarsi in una posizione protetta, senza dispiacere troppo la “parte padronale”. E invece, nei giorni scorsi a Firenze, il segretario generale nazionale della Fillea-Cgil, Salvatore Lo Balbo, ha svelato l’inganno che si cela dietro tutte le recenti proposte di legge (compresa quella di Legambiente) e l’ipocrisia dei temporeggiamenti di periferia. “Anche senza una legge nazionale sulla riduzione o azzeramento del consumo di suolo – ha spiegato Lo Balbo -, gli amministratori locali possono assumere decisioni per limitare, mitigare e compensare il consumo di suolo. Basta fare le opportune scelte politiche e amministrative”.

continua a leggere

PIAZZA GRANDE di Nicola Signorile | 30_10_2013

In corte d'assise, Francesco Netti (olio su tela 95,5 x 181,5 Pinacoteca Provinciale di Bari)
In corte d’assise, Francesco Netti (olio su tela 95,5 x 181,5 Pinacoteca Provinciale di Bari)

Sotto processo la Cittadella dieci anni dopo _ Palagiustizia alla Corte europea

A giorni la Corte di giustizia di Lussemburgo fisserà l’udienza per discutere sulla procedura di infrazione avviata dalla Commissione europea e decidere se condannare la Repubblica italiana: secondo Bruxelles l’Italia ha violato il principio della libera concorrenza negli appalti pubblici e quindi le regole della direttiva 93/37/CE. Dunque è passato inutilmente il termine del 20 agosto, entro cui le autorità italiane dovevano conformarsi al parere motivato della Commissione. continua a leggere

PIAZZA GRANDE di Nicola Signorile | 20_03_2013

Vista aerea di New York
Vista aerea di New York

Trionfo della città e legge “bella” da palazzinari _ Centro storico o suolo agricolo?

Ai sindaci riuniti lunedì scorso a Bari piace molto il disegno di legge «sulla bellezza» lanciato da Legambiente. Una legge, in realtà, da palazzinari (sia pure di « sinistra immobiliare»)  che asseconda il consumo di suolo fingendo di contrastarlo. È possibile che se ne riparli venerdì prossimo, nel convegno organizzato dall’Ordine degli architetti sul tema «Rigenerare nel paesaggio storico urbano». Tra i relatori c’è Bruno Gabrielli: è la voce dell’Associazione dei centri storici e artistici  ma anche il leader del gruppo che sta già lavorando al nuovo piano urbanistico di Bari. Non si tratta di una coincidenza:  senza dubbio anche la storia professionale dell’urbanista genovese ha pesato nella scelta della commissione che lo ha preferito agli altri blasonati concorrenti: Federico Oliva, Bernardo Secchi e Oriol Bohigas. continua a leggere