PIAZZA GRANDE di Nicola Signorile | 04_11_2015

­

uno schizzo dal Pug di Bari

Consumo zero di suolo per rifare la città costruita _ Edilizia, dalla teoria alla pratica  

Ogni secondo che passa, in Italia, sette metri quadrati di campagna spariscono e diventano città, o meglio qualcosa che vorrebbe esserlo ma il più delle volte ne è solo il fallimento. Il problema è che non si può tornare indietro, perché il consumo di suolo è un fenomeno irreversibile. Che ruolo gioca questo tema nel dibattito sul futuro piano urbanistico di Bari? Minimo se non nullo, confuso nelle nebbie della «rigenerazione urbana» che nella sua declinazione locale finisce sempre per avvitarsi sulla edificazione della costa, soprattutto quella di Levante: la sindrome di Punta Perotti. E invece l’anima del Pug dovrebbe essere la ricostruzione della città consolidata, usata e abbandonata, puntando al «consumo zero» di suolo.

continua a leggere

PIAZZA GRANDE di Nicola Signorile | 24_06_2015

Odile Decq, Museo Macro di Roma
Odile Decq, Museo Macro di Roma

Quartiere Ipocrisia dove la storia la fa lo smemorato _ Gli edili e il riuso urbano


La rigenerazione urbana non è un’opzione. È un obbligo. Una prospettiva senza alternative di cui sono finalmente convinti anche gli imprenditori edili. O almeno la parte più colta e avanzata di loro. La settimana scorsa si è tenuto a Bari un convegno nazionale promosso dall’Ance (l’associazione degli edili) e dalla Scuola di Ingegneria e Architettura. Il tema era, appunto: la rigenerazione urbana nel mezzogiorno d’Italia, con casi di studio come quello di Taranto (Rione Tamburi e città vecchia) e quello di Napoli (i quartieri orientali) e, a confronto lontano, Toronto e Milano.
continua a leggere

PIAZZA GRANDE di Nicola Signorile | 03_06_2015

Lungomare, una tavola del Piano urbanistico generale (2013)

Città sotto esame «Un massacro ma è necessario» _ Nuovi indirizzi al piano urbanistico

«Sarà un massacro necessario». Sottoporre la bozza del futuro Piano urbanistico generale alla «partecipazione popolare» – dice l’assessore comunale Carla Tedesco – sarà forse rischioso, certamente impegnativo. Ma sottoporre una idea di città degli anni a venire alla discussione con i cittadini prima che la bozza sia esaminata in Consiglio comunale, è tutt’altro che «un’ingenuità», come sostiene invece il consigliere di opposizione Domenico Di Paola.
continua a leggere

PIAZZA GRANDE di Nicola Signorile | 31_12_2014

Casa Cs a Bitritto
Casa CS a Bitritto

La vita segreta di una casa fra dentro e fuori _ Moramarco & Ventrella a Bitritto

I balconi, dicono, sono «emblema della speculazione e di un modo di costruire fatto di aggiunte prive di ragion d’essere». E loro li hanno demoliti tutti: avvolgevano interamente i due lati del palazzo ad angolo fra via Ariosto e via Filzi, anche i monconi dei pilastri predisposti per una sopraelevazione, come tanti altri bassi edifici costruiti negli anni Sessanta e Settanta e che assediano la piazza centrale e il duomo di Bitritto.

continua a leggere

PIAZZA GRANDE di Nicola Signorile | 23_04_2014

Psicopatologia dell’ente pubblico e beni comuni _ Rossani, un intrico di delibere

rossani d'epoca
La ex Caserma Liberata in una foto d’epoca

Chiamate lo psicopatologo della Pubblica amministrazione! L’ipotesi della irrealtà si è incredibilmente avverata e i laboratori di progettazione partecipata sulla ex caserma Rossani sono in effetti due (se non tre). Avevamo immaginato, temendo, qualcosa del genere in Piazza Grande del 2 aprile scorso («Fuksas l’archistar fra la Rossani e le baruffe baresi») e ora ne abbiamo la conferma.

continua a leggere