PIAZZA GRANDE di Nicola Signorile | 11_03_2015

Coraggio moderno nel Murattiano senza qualità _ Il restauro «spontaneo» di Palazzo Miceli

È molto di più di una coincidenza se il Palazzo Miceli in via Roberto da Bari viene restaurato proprio quando quella strada inizia ad essere pedonalizzata. È un segno della metamorfosi che sta subendo il quartiere murattiano, finalmente abbandonando la «retorica del Murattiano» per affrontare una analisi critica dell’edilizia che nel dopoguerra ha cancellato gran parte del borgo fondato da Giuseppe Gimma. Un fenomeno urbanistico di dimensioni gigantesche, che in realtà aveva la sua origine nelle numerose sostituzioni e sopraelevazioni avviate già negli anni Venti e Trenta e oggi – ecco la retorica – paradossalmente assimilate nel comune sentire all’autentico Murattiano: valgano per tutti gli esempi di palazzo Mincuzzi o del complesso che racchiude la chiesa di San Ferdinando. Un fenomeno, quello degli anni Sessanta e Settanta, che è stato caratterizzato da una gran massa di ignobile edilizia speculativa, ma in cui pure sono emerse occasioni di eccellente architettura, per mano di maestri come Vito Sangirardi, Dino Pezzuto, Tonino Cirielli e la coppia Chiaia&Napolitano.

continua a leggere

PIAZZA GRANDE di Nicola Signorile | 06_11_2013

SGPE
Il palazzo ex SGPE

No al restauro dell’architettura repubblicana _ Chiaia&Napolitano, occasione persa

«Presidente, faccia qualcosa per il restauro del Moderno!» L’accorata richiesta è stata rivolta, la settimana scorsa, a Giorgio Napolitano mentre inaugurava con due mesi d’anticipo la riapertura del palazzo ex Sgpe, di via Crisanzio, ristrutturato per iniziativa dell’Università di Bari che l’ha acquistato dall’Enel.

continua a leggere

Mostra dei progetti _ MODERNO MURATTIANO | FACEBLOCK

Locandina
Locandina

Martedì 23 Luglio 2013, in occasione della fine del corso di Architettura e Composizione Architettonica I tenuto dal professore Lorenzo Netti nel corso di laurea in Ingegneria Edile-Architettura (Politecnico di Bari) si terrà, presso le aule Scianatico (via Amendola_Bari) a partire dalle ore 9 fino alle 14, la mostra dei progetti prodotti dagli studenti.

La mostra, aperta al pubblico, esporrà 28 progetti realizzati dagli allievi del corso sotto la guida di 11 giovani tutor (studenti e neolaureati). Il tema è la sostituzione edilizia nel Murattiano.

PIAZZA GRANDE di Nicola Signorile | 24_04_2013

Vito Sangirardi Palazzo Sylos Labini in via marchese di Montrone 1962
Potentissimi schizzi di Vito Sangirardi per Palazzo Sylos Labini in via marchese di Montrone 1962

La città di Murat fra l’orgoglio e il pregiudizio _ Ha 200 anni e li dimostra tutti

Oggi si saprà come e perché il gruppo guidato da Massimiliano e Doriana Fuksas ha vinto il concorso internazionale di idee «Baricentrale» bandito dal Comune. Oggi si saprà quale potrebbe essere il futuro di tutte le vaste aree che lascerà libere il fiume di ferro della ferrovia. Ma è più facile che saranno le idee per l’ex caserma Rossani (compresa in extremis nell’area di concorso) ad attirare la maggiore attenzione, anche perché su quel pezzo di città si sono già formati desideri, appetiti immobiliari e anche rivendicazioni popolari. Ora si tratta di vedere a chi «parla» il vincitore, che fu il primo a rispondere, ringraziando, il Comitato Rossani che aveva spedito a tutti i partecipanti una «integrazione» alla documentazione ufficiale fornita dal Comune. continua a leggere

Giornate Internazionali di Studio sul Murattiano.

Locandina dell'evento
Locandina dell’evento

Nell’ambito del programma delle celebrazioni per il bicentenario della nascita del quartiere Murat (1813-2013), lunedì 22 e martedì 23 aprile al Politecnico si terranno due giornate internazionali di studio sul murattiano organizzate dal Comune di Bari con l’associazione Murattiano in collaborazione con il Ministero per i beni e le attività culturali, il Politecnico di Bari, l’ANCE Bari-BAT e sotto l’alto patronato del Presidente della Repubblica.

Le due giornate rappresentano uno degli eventi centrali del programma curato dal Comitato insediato dal Comune di Bari per le celebrazioni del bicentenario e ripercorrono criticamente un percorso che, a partire dalla posa della prima pietra della Bari nuova ad opera di re Gioacchino Murat, giungono sino a noi con un tema di grande attualità: il vincolo diffuso richiesto a tutela del borgo murattiano.

I lavori si aprono lunedì 22 alle ore 9.00 presso l’Aula Magna “A. Alto” del Politecnico in via Orabona con un incontro dal titolo Città a scacchiera del Mediterraneo: Bari, Barcellona e Trieste e proseguono nel pomeriggio del 23 a partire dalle ore 16.00 presso la sala Videoconferenze di via Amendola con l’incontro Il Borgo Murattiano nella città contemporanea. Chiuderà la due giorni di studio la Tavola Rotonda La Tutela del Borgo Murattiano.

Nella pagina del Politecnico di Bari il programma completo della due giorni di studio.