Archivi Blog

Rossani, Fuksas a mani libere. «La partecipazione non serve»

­

Render del progetto. Uno scorcio dell’area dell’ex Caserma Rossani

Il collettivo ex Caserma liberata contesta il contratto del Comune

Il primo acconto, 23mila euro e spiccioli, l’archistar lo incasserà al massimo tra 60 giorni. È solo un quinto di quanto Massimiliano Fuksas ha concordato con il Comune di Bari per progettare il primo stralcio dei lavori di trasformazione degli otto ettari della ex caserma Rossani.

continua a leggere

PIAZZA GRANDE di Nicola Signorile | 05_03_2014

Spinnerei _ visita d'autunno (foto Nils Petersen)

Spinnerei _ visita d’autunno (foto Nils Petersen)

Tra querce e libri la Rossani ipoteca il futuro _ Spinnerei: un esempio europeo

Le querce sono state piantate; i libri sono sugli scaffali. Il bosco urbano sociale comincia a crescere e la biblioteca popolare è stata inaugurata domenica scorsa. La vita multiforme della ex caserma Rossani occupata-liberata si affranca dalla precarietà del momento e guarda al futuro, perché a questo tendono alberi e libri: durare nel tempo. E il proiettarsi nel tempo dell’azione che si è sviluppata all’interno della Rossani impegna sempre di più le istituzioni a prendere posizione. O almeno a fornire la luce e l’acqua.

continua a leggere

PIAZZA GRANDE di Nicola Signorile | 01_05_2013

Il progetto di Consuegra

Un render del progetto del gruppo capitanato da G. V. Consuegra

C’è un ponte verde tra città reticolare e centro illuminista _ Baricentrale, il progetto di Consuegra

Dopo i dubbi sorti con la «scoperta» di quel che Fuksas prevede per la Rossani, anzi per il suo sottosuolo, cresce la curiosità per gli altri progetti in gara. Ognuno potrà farsene una idea visitando la mostra che è allestita nel teatro Margherita fino al prossimo 8 maggio (nei giorni feriali dalle 16 alle 20 e nei festivi dalle 10 alle 20).

Qui intanto possiamo dire qualcosa sul progetto che, nella graduatoria della giuria, si è piazzato al secondo posto. Parliamo del progetto elaborato dal gruppo capitanato dall’architetto spagnolo Guillermo Vasquez Consuegra, e che riunisce altri due studi di Siviglia (Elena Vilches Alvarez e Achitectura y Agronomia) e tre baresi: Antonio Bugna, Bruschi&Esposito e Moramarco+Ventrella. continua a leggere

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: