Archivi Blog

Rossani, Fuksas a mani libere. «La partecipazione non serve»

­

Render del progetto. Uno scorcio dell’area dell’ex Caserma Rossani

Il collettivo ex Caserma liberata contesta il contratto del Comune

Il primo acconto, 23mila euro e spiccioli, l’archistar lo incasserà al massimo tra 60 giorni. È solo un quinto di quanto Massimiliano Fuksas ha concordato con il Comune di Bari per progettare il primo stralcio dei lavori di trasformazione degli otto ettari della ex caserma Rossani.

continua a leggere

Annunci

PIAZZA GRANDE di Nicola Signorile | 14_05_2014

imageSiamo tutti giardinieri. Ritorno alla natura ma al centro della città _ Orti urbani, da Japigia all’Europa

Seminano “pericolosissimo” orzo sugli svincoli stradali. Lanciano palline d’argilla impastata con semenze di margherita agli angoli delle strade e nelle aiuole dimenticate. Compiono azioni di “guerriglia” verde e poi scompaiono nel nulla: le tracce del loro passaggio si vedranno dopo qualche settimana.

continua a leggere

Parliamo della Rossani

ListenerOggi, Martedì 29 Aprile 2014, a partire dalle ore 17.30, si terrà presso l’ Adirt, a Bari (via Abbrescia 45), l’incontro Parliamo della Rossani. Durante l’incontro sarà presentato il libro di Nicola Signorile con prefazione di Pasquale Martino, DIARIO ROSSANI. La difesa dello spazio pubblico e la privatizzazione della città.

Interverranno con Nicola SignorileAngela Barbanente (vicepresidente della Regione Puglia) e i rappresentanti del collettivo ex caserma Liberata.

Il racconto dei cambiamenti che stanno avvenendo all’interno dell’area dell’ex caserma sarà supportato da immagini selezionate dall’associazione Fotografi di strada.

Spazi urbani_incontro con il paesaggista

Gilles Clément

Gilles Clément nel parco dell’ex Casema liberata

«Rossani, il giardino planetario» _ Gilles Clément visita la ex caserma: per Bari può essere la carta vincente del futuro

«Bari ha qui il suo atout, se saprà giocarlo bene, sarà la sua carta vincente!». Non ha dubbi, al termine di una passeggiata che, in tre ore, si è trasformata in una attenta perlustrazione. Gilles Clément, il grande paesaggista francese, teorico del «Terzo Paesaggio» che ha mandato in soffitta la tradizione dei giardinieri municipali per allevare i nuovi «giardinieri planetari» è entusiasta della ex caserma Rossani.

continua a leggere

Passeggiata nel Terzo Paesaggio con Gilles Clément

988829_713664042019390_7782674203175310541_nDomenica 13 Aprile 2014, a partire dalle ore 12.00, si terrà presso la ex Caserma Liberata, a Bari (via Giulio Petroni), la Passeggiata nel Terzo Paesaggio con Gilles Clément.

Gilles Clément è l’autore del Manifesto del Terzo paesaggio e progettista del famoso parco André Citroën a Parigi. Clément fonda la sua ricerca sul «residuo», su ciò che deriva dall’abbandono di un terreno e che diventa rifugio della diversità biologica. Da qui prende le mosse la definizione del Terzo paesaggio che non è agricoltura e nemmeno artificiale organizzazione del verde: «Realizzare il Terzo paesaggio significa valorizzare la crescita e lo sviluppo biologico, in opposizione alla crescita e lo sviluppo economico. Elevare l’improduttività fino a conferirle dignità politica».

Il pensiero di Gilles Clément sembra ritagliato proprio sul residuo-Rossani, su quel suolo semiselvatico inglobato nel cuore della città. E a ben guardare questo programma è una metafora della occupazione stessa della ex caserma: «Terzo paesaggio rinvia a Terzo stato (e non a Terzo mondo). – scrive Clément – Uno spazio che non esprime né il potere né la sottomissione al potere».

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: