Archivi Blog

PIAZZA GRANDE di Nicola Signorile | 25_05_2016

 

L’interno del negozio Giove progettato da Marino Lopopolo nel 1937

L’interno del negozio Giove progettato da Marino Lopopolo nel 1937

In quella strada la vecchia abitudine di vedere il futuro _ Un secolo di negozi e architetti

Sentivamo la mancanza dell’autorevole e inconsapevole giudizio di Vittorio Sgarbi sul progetto per via Sparano, oramai prossimo alla gara d’appalto. «Sradicare le palme è un atto criminale» ha detto il critico d’arte, aggiungendo sale all’imbarazzante, sgangherato dibattito. Ma l’unica vittima finora accertata è l’architettura. Chiunque sia il vincitore (l’amministrazione comunale oppure i «salvatori» della via dello shopping) sul terreno rimarrà l’idea che un progetto possa trasformare un luogo e migliorare la vita di chi lo abita.

continua a leggere

Annunci

PIAZZA GRANDE di Nicola Signorile | 23_12_2015

­

Vittorio Chiaia e Massimo Napolitano

Vittorio Chiaia e Massimo Napolitano

Il Moderno finisce in discarica _ Dimenticare Chiaia & Napolitano

L’architettura di Chiaia & Napolitano va al macero. L’amara scoperta l’ha fatta Antonella Calderazzi, docente del Politecnico, curatrice della mostra «Costruire il Moderno» e allestita nel 2010 all’Archivio di Stato: i diciotto pannelli di grande formato che illustravano l’intera attività dei due architetti non si trovano più. Secondo accordi con i rettori del Politecnico e dell’Università, dovevano essere esposti in modo definitivo nello Student Center, nel Rettorato di via Amendola e nel palazzo ex Enel di via Crisanzio. Nel frattempo, erano conservati in un locale attiguo alla biblioteca dell’istituto di Disegno, nel complesso Scianatico, ma ora lì c’è il laboratorio di una azienda privata, la divisione Avio della General Electric, che il Politecnico ospita per una collaborazione. E quel che c’era dentro sarebbe  finito in discarica. Ma nemmeno di questo si può essere certi, perché gli uffici non sanno cosa rispondere e chiederanno lumi all’impresa incaricata dello sgombero.

continua a leggere

PIAZZA GRANDE di Nicola Signorile | 05_11_2014

fucine meridionaliAlle Fucine Breda dove il progresso prendeva forma _ La fabbrica firmata Chiaia & Napolitano

Un centinaio di operai rischia il posto di lavoro. Non perché la fabbrica sia in crisi, ma perché è in buona, anzi ottima salute. È il paradosso dell’economia globale: in questa settimana sapremo se sono fondati i timori dei sindacati e dei lavoratori sulla sorte della Bfm, la Bari Fonderie Meridionali. Sapremo cioè se i soci della Dt, l’azienda ceca proprietaria dello stabilimento barese, vorranno chiudere baracca e burattini per favorire altri impianti e liquidare così una concorrenza interna.
continua a leggere

PIAZZA GRANDE di Nicola Signorile | 12_03_2014

Un disegno di un progetto di Chiaia e Napolitano

Un disegno di un progetto di Chiaia e Napolitano

La giusta misura. Architetture come una miss _ Un Premio Inarch per la Puglia 

Succede un po’ come in un concorso di bellezza: una volta la vincitrice diventa una star del cinema, un’altra volta il suo splendore dura solo qualche mese e ben presto tutti si dimenticano di lei.  Così, chi potrà dire se da un concorso di architettura verrà fuori il capolavoro o se invece sarà quella domani una casa fra le altre?

continua a leggere

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: