Archivio mensile:dicembre 2013

PIAZZA GRANDE di Nicola Signorile | 18_12_2013

La carpenteria metallica della cupola dell'auditorium in costruzione

La carpenteria metallica della cupola dell’auditorium in costruzione

Nino Rota, i pini e il coraggio del carpentiere _ Auditorium, storia e leggenda

Girava in città una favola, una delle tante: che il vero progettista dell’auditorium intitolato a Nino Rota fosse proprio lui: Nino Rota. Le solite leggende dei soliti appassionati di cose locali. Ma come spesso accade, dietro una leggenda può nascondersi una piccola verità.

continua a leggere

PIAZZA GRANDE di Nicola Signorile | 11_12_2013

 

lego4Nel gioco del Lego gli indicibili interessi del mattone _ Spot per il nuovo piano urbanistico

L’hanno presa male, i  progettisti del nuovo piano urbanistico di Bari. In una lettera si dicono «delusi» dell’ultima rubrica «Piazza grande», apparsa proprio il giorno in cui le linee-guida del Pug sono state presentate in un incontro pubblico, a Palazzo di Città.

continua a leggere

PIAZZA GRANDE di Nicola Signorile | 04_12_2013

thumb_censimento

Il logo della campagna permanente “Censiamo il cemento”, lanciata dal Forum Salviamo il paesaggio, autore del documento congiunto Fillea-Cgil-Salviamo il paesaggio sul tema del contenimento del consumo del suolo

Zero-consumo. La svolta dei muratori _ La Cgil turba i sogni del Pug

Il sindacato degli edili della Cgil ha scelto il “consumo zero”. Un passo storico, proprio mentre l’industria dell’edilizia vive la sua crisi più grave dell’ultimo mezzo secolo. L’organizzazione dei muratori e dei carpentieri avrebbe potuto approfittare della nuova ondata della bioedilizia e della sostenibilità energetica per accomodarsi in una posizione protetta, senza dispiacere troppo la “parte padronale”. E invece, nei giorni scorsi a Firenze, il segretario generale nazionale della Fillea-Cgil, Salvatore Lo Balbo, ha svelato l’inganno che si cela dietro tutte le recenti proposte di legge (compresa quella di Legambiente) e l’ipocrisia dei temporeggiamenti di periferia. “Anche senza una legge nazionale sulla riduzione o azzeramento del consumo di suolo – ha spiegato Lo Balbo -, gli amministratori locali possono assumere decisioni per limitare, mitigare e compensare il consumo di suolo. Basta fare le opportune scelte politiche e amministrative”.

continua a leggere

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: