Intervento di Salvatore Settis a “quello che (non) ho”

La parola ORIZZONTE

Nella puntata del 15 Maggio 2012 della trasmissione “quello che (non) ho” , mandata in onda su La7, curata da Fabio Fazio e Roberto Saviano (tra gli autori ci sono anche Michele Serra, Francesco Piccolo e Luciana Littizzetto) interviene Salvatore Settis portando con sè la parola orizzonte.

E’ un monologo senza pause, le parole sono calibrate ma efficaci, il tono è di chi vuole ricordare a chi lo ascolta cosa significa essere cittadini e godere della bellezza del proprio territorio.

“L’utopia è come l’orizzonte, serve per continuare a camminare…” : citando Eduardo Galeano, Settis pone l’attenzione sull’ambiente in cui viviamo ora deturpato dalla cemetificazione. Lo sterminio dei campi, come lo definisce Andrea Zanzotto.

Poi arriva una grande lezione sul bene comune, che significa investire sul futuro, puntare sui giovani: una lezione che i politici non conoscono o da tempo scansano.

L’orizzonte dei desideri è quello con cui Settis conclude, affermando con tono deciso che è nella Costituzione (italiana), con cui noi dobbiamo lottare, che la tutela del paesaggio e dell’arte si lega ad altri valori come libertà, uguaglianza, diritto al lavoro, diritto alla salute…

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...